Aggregatore Risorse

Assisi
Sport e avventura
Trekking
Parchi naturalistici e tematici

Trekking nel Parco del Monte Subasio: da Assisi a Spello

Un itinerario che unisce il piacere di una camminata nel Parco del Monte Subasio e la possibilità di godere delle numerosissime emergenze artistiche, storiche e religiose che le due preziose cittadine offrono.

Difficoltà: E 
Distanza: 13,5 km 
Dislivello: + 340 m
Durata: 4 ore e 30 minuti (Soste Escluse)
Punto di Partenza: Basilica di San Francesco
Numero di Tappe: 1    
Adatto a Famiglie: Adatto a famiglie anche con bambini da 8 anni in su con predisposizione alla camminata. 
Attività da fare: Trekking
Accessibilità: punto di partenza con mezzi propri o mezzi pubblici. Il percorso non è adatto ad essere percorso in carrozzina. 

Il percorso parte da Assisi, la città serafica, che merita non solo di essere attraversata, ma di essere “vissuta”, e lo stesso vale anche per il suggestivo borgo di Spello. Considerando che l’itinerario è di mezza giornata, si può programmare di visitare la città di Assisi prima di partire alla volta di Spello e, una volta arrivati alla meta, dedicarsi alla visita dei luoghi principali della Splendidissima colonia Julia.

L’itinerario è assai piacevole: il cammino lungo la costa del Monte Subasio, tra bosco ceduo e uliveti, offre bellissime visuali della pianura sottostante ed è ricco di fonti. L’arrivo a Spello, dall’alto, regala una bella veduta della città. Per tutto il percorso si possono seguire i segnavia gialloblù della Via di Francesco oppure quelli biancorossi del Cammino francescano della Marca.


Dalla Basilica di San Francesco si sale lungo via San Francesco e via Portica, fino a Piazza del Comune. Attraverso corso Mazzini si giunge in via Santa Chiara e si continua per via Borgo Aretino e via Properzio, fino ad uscire dalle mura antiche attraverso Porta Nuova. Si prosegue, in lieve discesa, per via Madonna dell’Olivo, si attraversa quindi una rotonda, continuando diritti in direzione Viole.

Dopo circa 200 metri, si incontra sulla sinistra via San Benedetto, che inizia in forte salita in corrispondenza di un’edicola contenente una piccola grotta di Lourdes. Si percorre via San Benedetto per circa due chilometri e mezzo. Si lascia sulla sinistra per proseguire in costa lungo via Fosso delle Carceri e via Borghettaccio. Si percorre, sempre in costa, via Fonte l’Abate, che diventa sterrata. Dopo circa due chilometri si incontra, a destra, il bivio per Capodacqua (via Gabbiano: curva a gomito a destra in discesa). Percorsi circa 150 metri, si svolta in un’altra curva a gomito, ma a sinistra, imboccando una strada poderale sterrata in forte discesa. Si segue questa strada fino al gruppo di case dove si prende a sinistra una piccola sterrata in discesa che attraversa il fosso Renaro.

Dopo circa 500 metri, quando la strada asfaltata scende decisamente a destra, si prosegue diritti in discesa per una piccola strada sterrata, che in 200 metri conduce alla via degli Ulivi, stretta strada in asfalto, che si imbocca a sinistra e in quattro chilometri porta all’abitato di Spello. Al termine di via degli Ulivi si prende a sinistra via Poeta, che conduce alle porte del paese. Si entra in Spello da porta Montanara.